BLOG

La rettifica delle spese sanitarie e veterinarie entra nei 730 precompilati


news del 10/04/2018

 

L’Agenzia delle Entrate ha, inoltre, modificato le modalità di accesso alle dichiarazioni precompilate

In vista della prossima campagna dichiarativa, l’Agenzia delle Entrate ha formalizzato i due schemi di provvedimento che, nei giorni scorsi, avevano ricevuto il parere favorevole del Garante della privacy. In particolare, nella giornata di ieri, sono stati emanati i seguenti provvedimenti:
- n. 76047/2018, che ha confermato, salvo alcune novità di seguito esaminate, le modalità di accesso ai modelli 730 precompilati previste dal precedente provvedimento n. 69483/2017;
- n. 76048/2018, che ha, in gran parte, confermato le modalità tecniche di utilizzo dei dati delle spese sanitarie e veterinarie ai fini della elaborazione dei modelli 730 precompilati, già stabilite dai provv. n. 123325/2016 e n. 142369/2016.

Per quanto concerne quest’ultimo punto, a partire dal periodo d’imposta 2017, è stata introdotta la possibilità, per i contribuenti, di rettificare i dati delle spese sanitarie e veterinarie nell’ambito di un servizio per la compilazione agevolata del quadro relativo agli oneri deducibili e detraibili della dichiarazione dei redditi.
In particolare, al fine di rettificare i dati delle spese sanitarie indicati nella dichiarazione precompilata, a partire dalla data in cui è possibile accettare, modificare o integrare direttamente la dichiarazione, il contribuente può modificare, ad esclusione delle spese sanitarie e dei rimborsi per i quali l’assistito abbia manifestato l’opposizione:
- le informazioni di dettaglio relative alle singole spese sanitarie e ai rimborsi, anche con riferimento alle spese da lui sostenute per i familiari a carico e ai relativi rimborsi;
- attraverso il sito dell’Agenzia delle Entrate, accedendo all’area autenticata, tramite i servizi in cooperazione applicativa (servizio web service puntuale) esposti dal Sistema tessera sanitaria (Sistema TS).

Nel dettaglio, è possibile eliminare oppure aggiungere o modificare i singoli documenti di spesa. A seguito delle modifiche apportate dal contribuente, il Sistema TS:
- crea una copia con i dati aggiornati delle spese e dei rimborsi;
- fornisce all’Agenzia delle Entrate, per ciascun soggetto, i nuovi totali delle spese e dei rimborsi in esame, determinati anche sulla base della percentuale di sostenimento delle spese riferite ai familiari a carico, nonché di eventuali importi rimborsati da parte di enti e casse con finalità assistenziali, aggregati in base alle tipologie di spesa.
Analoghe modalità vengono previste in relazione alla rettifica delle spese veterinarie.
Con riferimento alle sole spese sanitarie, le informazioni di dettaglio, eventualmente rettificate, potranno essere utilizzate dall’Agenzia nelle attività di controllo delle dichiarazioni, al fine di semplificare l’esibizione dei documenti da parte del contribuente.

Passando, invece, alle novità in materia di accesso alla dichiarazione precompilata, a partire dai modelli 730/2018 precompilati – ai quali si potrà accedere dal prossimo 16 aprile – l’Agenzia delle Entrate renderà disponibili alcune nuove tipologie di dati relativi agli oneri detraibili e deducibili, tra cui, ad esempio, le spese per la frequenza degli asili nido e le erogazioni liberali nei confronti delle ONLUS, delle associazioni di promozione sociale, delle fondazioni e associazioni riconosciute aventi particolari scopi statutari.

In merito alle modalità di accesso ai modelli 730 precompilati e agli altri dati resi disponibili, inoltre, è stato previsto che i CAF e i professionisti abilitati possano effettuare le richieste di download dei suddetti documenti, in relazione ai singoli contribuenti, attraverso le funzionalità rese disponibili all’interno dell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate, previa autenticazione, oltre che con le proprie credenziali rilasciate dalla stessa Agenzia, anche con una CNS o un’identità SPID.

Ancora, al fine di tener conto delle disposizioni normative in materia di trasparenza e diffusione delle informazioni da parte delle Amministrazioni pubbliche, è stato modificato il riferimento temporale dei dati dichiarativi (ora stabilito all’anno precedente rispetto a quello per il quale viene presentata la dichiarazione precompilata, invece che al secondo anno precedente) che i soggetti deleganti devono indicare nella richiesta per accedere al modello 730 precompilato del contribuente delegante.

 

[Fonte Eutekne]


leggi altre news

Vuoi scambiare documenti con lo studio?


Scarica Dropbox e richiedi a info@studiopoli.net una cartella condivisa

Studio Poli & Associati
Commercialisti - Revisori Contabili 

Indirizzo: Via IX febbraio 7 - 50129
Località: Firenze - Italia
Tel: 055 476974
Fax: 055 476975
info@studiopoli.net

ORARI UFFICIO
dal Lunedì al Giovedì: 9:00 - 13:00 / 15:00 - 19:00
Venerdì: 9:00 - 13:00